Dr.Pentothal
il 16 febbraio 2015

Mi è stato richiesto

Mi è stato richiesto, da più parti, di tradurre due esilaranti spezzoni di due notissimi films: L'oro di Napoli e Io Speriamo che me la cavo. Nel primo è esilarante l'episodio con eduardo De Filippo dove si disquisice dell'arma più letale dell'universo: O' pernacchio!
Nell'altro l'ottimo Paolo Villaggio interpreta una notisima poesia di Salvatore Di Giacomo: Strunz!
Ma cominciamo dall'Oro di Napoli:
"Figlio mio, c'è pernacchio e pernacchio… Anzi, vi posso dire che il vero pernacchio non esiste più. Quello attuale, corrente… quello si chiama pernacchia. Sì, ma è una cosa volgare… brutta! Il pernacchio classico è un'arte. Il pernacchio può essere di due specie: di testa e di petto. Nel caso nostro, li dobbiamo fondere: deve essere di testa e di petto, cioè di cervello e passione. Insomma, 'o pernacchio che facciamo a questo signore deve significare: tu sì 'a schifezza 'ra schifezza 'ra schiefezza 'ra schifezza 'e l'uommn. Mi spiego? L'oro di Napoli - di Vittorio De Sica)Altro