nelmionome
il 13 febbraio 2011

Credevo di sapere tutto

Credevo di sapere tutto, compreso il modo in cui muoversi in questo terreno strano chiamato virtuale. In realtà dopo aver scritto fiumi di parole, espresso considerazioni, riflessioni e altro, siamo al punto di partenza. Basta un niente a generare incomprensione, dubbi e sfiducia. Il problema non è di facile risoluzione perchè non basta la buona volontà di una sola persona ma occorre il buonsenso di tutti. E quì sta il dramma... Si dimentica come sempre che siamo Persone e che come tali abbiamo almeno diritto, anche in caso di dubbio, al confronto ed al dialogo. Parole...parole...parole... [L'ultimo di Poeti]