sc2
il 9 febbraio 2017

@jackie.50: D'altro canto

@jackie.50: D'altro canto, involontariamente, questa posizione la smonti da sola: ammetti infatti che l'uomo possiede delle qualità che travalicano le dure leggi naturali. L'antispecismo ignora il dato di fatto e cioè che l'uomo possiede qualità oggettivamente diverse da quelle di qualsiasi altra specie.

In natura non esiste la pietà, non esiste la compassione, non esiste l'amore (inteso nel suo senso più ampio); certo, non esistono nemmeno l'orgoglio, l'odio, la collera. La natura è, letteralmente, spietata. L'uomo ha superato quella soglia (uno di quei "balzi" di cui dicevo prima) ed è divenuto oggettivamente qualcosa di diverso, al di là delle leggi naturali. Se seguissimo unicamente le leggi naturali punteremmo unicamente alla sopravvivenza, della specie in primo luogo e nostra personale in secondo. La bellezza di Dante o di Michelangelo porta qualche contributo pratico alla sopravvivenza? No. Eppure esiste.Altro