flautod.olce
il 11 luglio scorso

verde la terra che ospita

verde la terra che ospita, profumo del prato, appena nato, il corpo, e bruciato, scaldato, come fenice dalle ceneri rinato, ultimamente fa troppo caldo per perdersi, ed avere fame e sete, fa troppo caldo per dormire e sudare nel letto, fa troppo caldo per i giri di parole e per i discorsi, il vento caldo dell'estate, porta l'eco delle parole ...  l'onda calda esonda, mentre i pensieri liberi, volavano nella fantasia dell'infinito