Lalunacade
mercoledì alle 20:46

Ogni anno quando arriva il tuo compleanno

Ogni anno quando arriva il tuo compleanno, nonna, non lo dico a nessuno. Mi tengo il dolore dentro, e la mancanza pure. Dire ad alta voce che non ci sei più, mi sembra un sadico modo, per ribadire a me stessa e agli altri che non possiamo più abbracciarci, divise da una barriera invisibile, dove tu mi vedi, mi senti e mi stai accanto, ed io posso solo immaginarti. Oggi riflettevo sul fatto che amavo il modo in cui storpiavi il mio nome, mi hanno chiamata in tutti i modi nel corso della vita, qualcuno l’ha abbreviato, qualcuno l’ha cambiato, altri non lo capiscono proprio. Tu prendevi la R e la trasformavi in L. Mi facevi un sacco ridere, da bambina un po’ mi arrabbiavo, e tu mi sorridevi, come a voler giustificare la tua non curanza con tutto l’amore che provavi per me. (1)Altro