LaVesteDiAtena
il 11 luglio scorso

Il mondo cambia.

Il mondo cambia. Bella novità certo, ho scoperto l'acqua calda. Forse però la pratica non è altrettanto chiara come la teoria.
Vediamo: circa 150 anni fa l'analfabetismo in Italia era di circa l'80%. Voglio dire; chi sapeva leggere e scrivere aveva chances concrete in più di avere posizioni alte sul lavoro, guadagni maggiori e futuri più semplici. Ora non vi pare stia succedendo la stessa cosa con l'AI? In quanti riescono davvero ad usarla, in modo costruttivo dico? Non per fare illeciti o che ne so, per far dire al politico di turno cose diverse da quelle che dicono in realtà. Ma chi sa usare l'AI sono, secondo me, come quelli che sapevano leggere e scrivere nel 1850 con la differenza che percentualmente sono ancora meno rispetto alla totalità.
Che vi piaccia o no l'AI è il futuro e invece di farle il processo proporrei di cavalcarla anche se come tutte le cose nuove fanno paura. Ma pensateci bene, a far paura non dovrebbe essere il mezzo piuttosto chi lo utilizza.
Stay tuned!Altro