zoroapiedi
giovedì alle 18:02

manfatti checcome tutti vicci sanno cepproprio nele

manfatti checcome tutti vicci sanno cepproprio nele lacune checcivanno a cascare i lettroni verdi , i ufi custa crante verreta chennel tempo ci a tiventata un asioma cella ticevano dal tempo dei cartacinesi che ciocavano colla carta in cina , percuinti ci pisonia scoltarcela la storia cuanto ci parla alo recchio ma oltremonto checcuanto i ufi ci tanno i coonsilli ci pisonia cettarli , per sempio i ufi ci vanno in ciro coi tischi bolanti chessopure rotanti mentrannoi minca ci facciamo cirare le maghene macci faciamo cirare solo le rote, tennicamente secci cira tutta la maghena uno ci risparmia le rote, le solozioni sono soto i nostri occhi solo chennoi cuartiamo cole recchie e lufi sela ridene
trato dal guebb ( coll'umilta uno ci ascolteca i ufi)Altro